«« Indietro - «« Home
Links utili
Municipio di Porto Alegre
Governo Rio Grande del Sud
Porto Alegre Turismo
Guida di Porto Alegre
Immagini di Porto Alegre
Porto Alegre e webcams
Social Forum
Consolato Italiano
 


Centro Amministrativo dello Stato del Rio Grande do Sul

Avenida Borges

Porto Alegre è la città di cui vogliamo parlare su questa pagina. La città che da il nome alla nostra Associazione ed a questo sito, la Capitale del Rio Grande del Sud.
Fondata il 26 marzo del 1772 in realtà era popolata già antecedentemente dalle popolazioni provenienti dalle Azzorre che si installarono nel territorio delle Missioni a seguito del Trattato di Madrid che nel 1750 definì lo scambio della Colonia di Sacramento con i portoghesi. Originariamente venne chiamata São Francisco do Porto dos Casais e successivamente Porto de Viamão.
La città si sviluppò velocemente e diventò la Capitale della Capitaneria ed essendo la più distante da Rio de Janeiro visse momenti di tensione a causa dei conflitti all'interno degli Stati confinanti ed in particolare della Guerra del Paraguai. Ma fù la Rivoluzione
Farroupilha che durò dieci anni a mettere a dura prova la città che, confermandosi vera Capitale "gaucha", nelle mani delle truppe Governative respinse costantemente gli assedi dei rivoluzionari.
Terminata la Guerra dos Farrapos riprese il ritmo del suo sviluppo rafforzandosi non solo come Capitale del Rio Grande del Sud ma anche come esempio politico-sociale per il paese intero. L'ascesa al potere del dittatore Getulio
Vargas, rappresentante "gaucho", a Presidente del Brasile, fù il culmine di questa lunga fase storica.
L'altra fase di protagonismo del Rio Grande del Sud e di Porto Alegre è stata quella del Movimento della Legalità che portò al Governo di Leonel
Brizola ed agli accadimenti che anticiparono il Golpe dei Colonnelli del 1964.



Il centro di Porto Alegre visto dal Guaiba


Parco Moinhos de Vento

Porto Alegre è situata sul 30° parallelo sud e scorre, costeggiando il Rio Guaiba e la Lagoa dos Patos, espandendosi fino ai colli che la delimitano verso sud e nella bassa pianura a nord. Le etnie che la abitano sono provenienti dall'interno dello Stato e discendono per lo più dagli italiani, dai tedeschi e dai portoghesi che vi emigrarono; dagli africani, che vi giunsero in schiavitù, e dagli indigeni che la abitavano prima dei colonizzatori.
Il suo centro è prevalentemente amministrativo e commerciale e nei suoi grattaceli hanno sede tutte le più importanti banche, le maggiori aziende nazionali e multinazionali, gli uffici amministrativi della Municipalità e dello Stato del Rio Grande del Sud.
Nelle vie del centro ogni catena distributiva ha i suoi Grandi magazzini ed i negozi più prestigiosi di abbigliamento, arredamento, casalinghi ed oreficerie hanno i loro principali punti vendita mentre le compagnie Aeree, gli Studi professionali, le Associazioni e le Agenzie sono presenti con i loro prestigiosi uffici. Il Teatro
São Pedro, i cinema, il Centro Culturale Mario Quintana, offrono il meglio dellla programmazione culturale. L'Università Federale del Rio Grande del Sud (UFRGS) è sita, con alcune sue delle Facoltà, in centro mentre la Pontificia Università (PUC), la Facoltà Ritter dos Reis, la Facoltà Porto-Alegrense (FAPA) e l'Instituto de Porto Alegre (IPA) sono più decentrate.
Città di oltre un milione e mezzo di abitanti, riveste grande importanza economica e finanziaria non solo perché capitale dello Stato ma per tutto il Brasile. Inoltre è la Capitale del Merco Sul, la Comunità dei paesi dell'America meridionale, favorita dalla sua collocazione geografica che la vede equidistante da Buenos Aires e Montevideo e posta sull'asse San Paolo - Rio de Janeiro. Inoltre con il suo porto è un polo importantissimo per il traffico delle merci e dei prodotti agricoli.
La città, negli ultimi decenni, è stata amministrata da diverse coalizioni politiche. Oggi è governata da José Fogaça. Negli anni recenti la sinistra riunita nel Fronte Popolare - da Olivio Dutra a Raul Pont - aveva dato impulso con politiche di programmazione partecipativa allo sviluppo della città, delle sue attività produttive, dell'educazione e delle politiche sociali che furono oggetto di studio da parte dei politici ed economisti europei.
Dal 2001 è diventata sede del
Social Forum Mondiale che ha visto, durante il suo svolgimento, la partecipazione delle organizzazioni Sociali e politiche, dei Governi e delle opposizioni di sinistra della stragrande maggioranza dei Paesi del mondo. Questa esperienza, riunendo intellettuali, economisti e cervelli di riconosciuta rilevanza mondiale, sotto lo slogan "un altro mondo è possibile" ha liberato espressioni culturali e progetti molto importanti per il futuro del nostro Pianeta.

Fontana Reina nella Piazza del Municipio

Dal Centro guardando a Sud verso l'Anfiteatro fino ad Ipanema

Usina do Gasometro, centro culturale ed espositivo

Parque da Redenção

Una città con molto verde

Tramonto sul Guaiba


Conoscere Porto Alegre, camminare per le sue strade, visitare i luoghi, i parchi, i locali è semplice. Chiunque può sentirsi a casa propria. La vita dei Portoalegrensi si divide in giornate passate lavorando e studiando con puntiglio ed il tempo libero trascorso passeggiando accompagnati dall'immancabile "cunha" del "chimarrão" nei parchi o lungo il Guaiba; per lo più nei fine settimana.
Il Parco Farroupilha o
Parque da Redenção, nel cuore della città, è un posto romantico e allo stesso tempo semplice, un luogo di ritrovo per incontrarsi con gli amici, rilassarsi all'ombra dei suoi alberi o camminare la domenica per il suo mercatino delle pulci, con le bancarelle degli artigiani ed antiquari dove si può trovare di tutto.

Il Parco
Moinhos de Vento, situato in una delle zone residenziali più belle ed esclusive, prende il nome da un mulino a vento posto al suo interno, sul bordo di un laghetto. Anche se non molto esteso ha un tracciato per fare jogging che attira molte persone. La maggior parte tuttavia vi si reca per trovare relax in un posto che, inserito in mezzo agli edifici, è ideale per la sua vicinanza agli uffici, ai negozi, ai bar e ristoranti ed al Centro commerciale che porta lo stesso nome.

Succede a chi arriva per la prima volta a Porto Alegre di rimanere sorprendentemente stupito dalla bellezza del tramonto sul litorale lungo il fiume Guaiba. Dall'
Usina do Gasometro, oggi centro culturale ed espositivo, fino all'Anfiteatro la vista del sole che s'abbassa all'orizzonte è di quelle che restano impresse negli occhi per sempre. Il tramonto offre un vero spettacolo anche dal lungo fiume di Ipanema, il quartiere a sud di Porto Alegre dove eleganti ville si affiancano a ristorantini e locali frequentatissimi nelle sere d'estate.

Non è però solo ad Ipanema che si trovano locali e divertimenti. Anche i quartieri di Moinhos de Vento, della Cidade Baixa, Bom Fim, Menino Deus e Floresta, con ristoranti e locali tipici offrono il meglio della cucina "gaucha", nelle discoteche propongono musica per i giovani e nei luoghi d'incontro il ballo per ogni età.

Chi arriva in questa città dall'europa, e dall'Italia in particolare, non può fare a meno di osservare quanto sia particolare. Perché qui è simile all'europa ma trasmette la forza e l'energia di chi è molto più giovane e, anche se diversa dalle città del nord, è sempre il Brasile amato dagli italiani.

 
«« Indietro | «« Home | Archivio | Chi siamo
Ass. Culturale Italia-Porto Alegre |Reg.439/2008 Provincia di Lodi -n.37 Regione Lombardia| Tutti i diritti riservati